venerdì 27 aprile 2012

DOMENICA 6 MAGGIO PARTECIPA A LIVIGNO PULITA

Per domenica 6 maggio, torna l’appuntamento con Livigno Pulita, la tradizionale giornata ecologica, organizzata dal Comune di Livignoin collaborazione con l’Azienda di Promozione Turistica, dedicata alla pulizia del Piccolo Tibet. Oramai da diversi anni centinaia di abitanti di Livigno muniti di scope, carriole e pale ripuliscono boschi, prati, torrenti e fiumi dai rifiuti che lo scioglimento della neve lascia alla vista.... continua  su PIEDILIBERI....

giovedì 19 aprile 2012

Monterosa, aperture straordinarie per gli amanti del fuoripista

GRESSONEY-LA-TRINITÉ, Aosta — La stagione invernale è ormai terminata, ma per gli amanti del freeride si prospettano ultime belle occasioni da non perdere. Il comprensorio Monterosa ski ha programmato infatti, delle aperture straordinarie per le attività fuoripista durante i weekend e le festività del 25 aprile e del 1° maggio. Il comprensorio Monterosa ski ha ufficialmente chiuso la stagione invernale lo scorso 15 aprile, ma ora intende regalare ai freeriders delle aperture straordinarie. Le zone di Gressoney-La-Trinité e Alagna, mete molto amate dagli appassionati di freeride con sci e snowboard, saranno aperte per i fuoripista dal prossimo fine settimana e per i weekend e le festività successive. Le aperture straordinarie saranno dunque sabato 20, domenica 21 e mercoledì 25 aprile, poi da sabato 28 aprile e martedì 1 maggio e infine nel weekend del 5 e 6 maggio. Inoltre sarà possibile utilizzare lo skipass annuale o stagionale oppure usufruire degli speciali skipass freeride giornalieri.

martedì 17 aprile 2012

La coppa del mondo è di Kilian Jornet e Laetitia Roux

Autore: Sara Sottocornola

TROMSO, Norvegia — Sono Kilian Jornet Burgada e Laetitia Roux i vincitori della Coppa del Mondo di scialpinismo. Il titolo è stato assegnato questo weekend in Norvegia, dopo la suggestiva gara individuale sulle montagne vistamare di Tromso, che ha visto trionfare il francese William Bon Mardion e la spagnola Mireia Mirò Varela. Si è definitivamente chiusa la stagione di Coppa del Mondo di scialpinismo, che domenica ha assegnato ufficialmente il titolo a Burgada e la Roux. Una vittoria senza sorprese, visto che i due atleti guidavano da tempo la classifica generale. Per gli azzurri, la gloria arriva dai giovani con l’oro e l’argento nella categoria Espoir femminile di Elisa Compagnoni e Martina Valmassoi, e l’argento e il bronzo di Robert Antonioli e Michele Boscacci negli espoir maschili. Nella gara di Tromso, per gli azzurri c’è da segnalare soltanto il terzo posto di Gloriana Pellissier nella gara di giornata, che ha visto vincere la Mirò davanti alla Roux.

Al maschile il podio è tutto franco-svizzero, con la vittoria di Bon Mardion e Yannick Ecoeur e Martin Anthamatten a completare il podio. Il migliore degli azzurri è stato Dennis Brunod, settimo, seguito da Manfred Reichegger, costretto all’ottavo posto da una penalità di 5 minuti per una irregolarità

Snowscoot

venerdì 13 aprile 2012

Pronti per la Ötzi Alpin Marathon

NATURNO, Bolzano — Scocca l’ora dell’Ötzi Alpin Marathon in Val Senales. La nona edizione della maratona estrema, che alterna mountain bike, corsa e scialpinismo, andrà in scena sabato 14 aprile tra Naturno e Senales. A sfidarsi sui 42 chilometri di percorso e 3266 metri di dislivello, ci saranno 520 atleti provenienti da 9 diverse nazioni: per un totale di 91 squadre e 247 atleti della gara individuale. La partenza della prova individuale è prevista alle 9 del mattino di sabato, davanti al municipio di Naturno, mentre le gare in team partiranno alle 10. I partecipanti, 520 tra uomini e donne, sono attesi all’arrivo presso la Grawand sul ghiacciaio della Val Senales, intorno alle 12.30, dopo aver superato le 3 parti che costituiscono la maratona estrema. La prima fase è lunga 24,2 chilometri, copre 954 metri di dislivello e viene affrontata in mountainbike. 

La seconda tappa sarà invece una corsa di 11,8 chilometri per un dislivello totale di 503 metri, e infine terza ed ultima sequenza è quella con gli sci e le pelli di foca: 6,2 chilometri, per 1200 metri di dislivello positivo. Tra i corridori ci saranno anche 10 vincitori e vincitrici degli scorsi anni: tra gli uomini i due volte vincitori austriaci Heinz Verbnjak (2009, 2006) e Stefan Kogler (2007, 2008), e l’italiano Roland Osele (2004). Occhi puntati poi anche lo svizzero Alexander Hug (terzo nel 2009 e secondo nel 2007), ed il fuoriclasse venostano di winter-triathlon Anton Steiner, sesto nel 2009. Si è iscritto pochi giorni fa anche l’ex fondista norvegese Tor-Arne Hetland, già campione olimpico nello sprint e campione del mondo. All’edizione 2012 non parteciperà invece il vincitore dello scorso anno, Philipp Götsch: l’atleta di Tirolo, recordman della ÖAM con il crono di 3h 25′ 07″, non sarà al via della maratona estrema altoatesina a causa di un ritardo di condizione riscontrato nei propri allenamenti. Tra le donne invece, la sfida per il successo sembra un affare tutto altoatesino. Le due atlete favorite sono infatti la terza classificata del 2011, Valentina Danese di Fleres, e la pusterese Andrea Innerhofer, già seconda nel 2007 dietro a Laura Mazzucco e terza nella classifica generale del 2009 alle spalle di Alexandra Hober. La trionfatrice dell’edizione individuale 2011 e della prova a squadre 2004, l’ex campionessa italiana di mountain-bike Alexandra Hober, prenderà invece parte quest’anno alla gara in staffetta in compagnia di Edeltraud Thaler (corsa) e Annemarie Gross (sci alpinismo).

martedì 10 aprile 2012

SUL GHIACCIAIO DELLO STUBAI LA STAGIONE DELLA NEVE NON FINISCE MAI

Mentre gli altri gli altri comprensori chiudono, nella Valle dello Stubai, poco oltre il confine del Brennero, viene il momento più bello della stagione. Grazie alla presenza del più grande ghiacciaio sciabile dell’Austria, infatti, qui si scia fino a giugno. Aprile e maggio sono i mesi più belli dell’anno per sciare perché grazie alla quota la neve si mantiene in ottime condizioni, le giornate si allungano, le temperature sono più miti e il sole abbronza… In questo periodo i numerosi rifugi sulle piste sono tutti aperti ed hanno tutti ampie terrazze ideali per la tintarella, la neve primaverile,.... continua su PIEDILIBERI....

domenica 8 aprile 2012

SNOW LEOPARD DAY 2012: GRANDE SUCCESSO PER LE DUE TAPPE ITALIANE

Terza edizione per lo Snow Leopard Day e terzo grande successo: gli oltre 200 scialpinisti che hanno partecipato alle due tappe in Piemonte e in Alto Adige non si sono certo tirati indietro per conquistare quanti più metri di dislivello possibile….per un totale di 119.794 che trasformati in euro equivalgono a ben 713,94 Euro, interamente devoluti allo Snow Leopard trust per la salvaguardia del leopardo delle nevi. Le tappe sono state animate anche dalla possibilità di testare la nostra attrezzatura DYNAFIT: i partecipanti hanno potuto provare in esclusiva i modelli che saranno sul mercato solo a partire dal prossimo inverno come lo sci da freeride Huascaran, il modello racing PDG o la versione femminile di un modello di punta per quest’inverno, il Baltoro Woman. Spazio anche agli scarponi da scialpinismo con la serie One e da free touring con il modello Mercury. Non importava essere principianti o professionisti dello scialpinismo, essere atleti elite o semplici appassionati delle alte quote con sci e pelli, l’importante era partecipare ed essere protagonisti allo Snow Leopard Day con un unico obiettivo: tanti, tantissimi metri da raccogliere!

fonte www.dynafit.com

venerdì 6 aprile 2012

DAL 12 AL 14 APRILE A ISCHGL SI SFIDANO I CAMPIONI DI SNOWBOARD

Il PlayStation Vita Ischgl Snowpark è l’Eldorado dello snowboard. Con una superficie di 160.000 metri quadrati è uno dei più grandi d’Europa ed accontenta proprio tutti: dal ‘rookie’ dello snowboard, ai pro, dalla famiglia al giovane in cerca di emozioni forti. I numeri parlano più di tante parole: 66 salti suddivisi in 30 rookie, 24 public e 12 pro jumps, oltre 30 elementi per Jibb & Slide con i nuovi SPC tubes, rails classici e box, oltre 20 kicker tra i 6 e i 20 metri di lunghezza. In più due grossi corner, un massiccio tubespine.... continua su PIEDILIBERI....

martedì 3 aprile 2012

IL PANORAMA DELLA VAL BREGAGLIA

Il Sentiero Panorama della Val Bregaglia, è una delle più belle escursioni di queste montagne a cavallo tra Svizzera e Italia. In verità il percorso si svolge completamente in territorio svizzero, ma risalendo la valle da Chiavenna verso il Passo del Maloja, non c’è soluzione di continuità tra il territorio italiano e quello elvetico dato che non sono separati da un confine naturale.... continua su PIEDILIBERI....





BD athletes Will Gadd and Tim Emmett ice climbing in the Alps


BD athletes Will Gadd and Tim Emmett ice climbing in the Alps from Black Diamond Equipment on Vimeo.

lunedì 2 aprile 2012

Svolta del meteo, torna la neve sulle Alpi

BERGAMO — Peggioramento del meteo in vista di Pasqua. 
Dopo giornate quasi estive sfocerà in una ondata di relativo maltempo da metà settimana col ritorno della tanto attesa pioggia al Nord e della neve oltre i 1600 metri. Aria fresca ed instabile ci terrà compagnia sino a Pasqua. Dopo il primo scialbo sistema nuvoloso che ieri è arrivato sull’Italia, con effetti importanti più sul fronte termico che precipitativo, assistiamo alla chiusura del flusso di correnti settentrionali e all’instaurarsi di quelle più meridionali: una prima perturbazione è attesa martedì, seguita a ruota da altri fronti nuvolosi più o meno intensi almeno sino a venerdì, con rovesci soprattutto su Alpi, Prealpi, Nordovest ed alta Toscana dove gli accumuli complessivi potranno raggiungere se non superare gli 80-100mm. Tornerà inoltre a nevicare lungo l’arco alpino, mediamente oltre 1600-2000 metri, ma anche più in basso sulle Alpi occidentali: una boccata di ossigeno per i nostri ghiacciai, anche se troppo tardiva. Piogge sparse e qualche temporale bagneranno frequentemente anche i versanti tirrenici, mentre i fenomeni risulteranno più deboli e localizzati su quelli ionici e adriatici, che godranno di maggiori momenti soleggiati. Le temperature vedranno un calo anche di oltre 6-8°C al Nord, tornando su valori più consoni alle medie del periodo. Calo termico, ma più contenuto, anche al Centro, specie sui versanti tirrenici, mentre al Sud e medio versante adriatico il clima si manterrà spesso mite, grazie alle correnti di Scirocco. Per le festività pasquali ci sono prospettive di tempo variabile, fresco e ventilato, con qualche acquazzone o temporale sparso alternato a schiarite. Ma la tendenza è così instabile che ancora non ci sono conferme sulle previsioni di Pasqua: nei prossimi giorni, ulteriori dettagli.

Bianco e nero..

Fletschhorn

Rebbio

Hubschhorn


































Burstegge

domenica 1 aprile 2012

Maderhorn 2887 m

Si parte alla volta del Maderhorn 2887 m. 
Fletschhorn
Nel fine settimana di freeride nel Vallese passando da Rothwald avevamo notato diversi scialpinisti che partivano in prossimità degli impianti o addirittura dai tornanti sottostanti.

Incuriositi quindi decidiamo di partire per il Simplon Pass direzione Rothwald.
All'arrivo a Rothwald la neve si fà desiderare ma in ogni caso riusciamo a partire sci ai piedi dopo pochi metri.
La giornata  è splendida e la salita nel bosco a lato delle piste (che del resto manco si incrociano poche volte) sono allietate non solo dallo spettacolo del Fletschhorn ma anche dai numerosi scoiattoli che ci ruzzolano intorno..
Velocemente saliamo all'arrivo degli impianti dove si apre la conca dove scendono i canali che portano al Maderhorn.
Più a sinistra la bella Punta di Terrarossa con la bella salita  su pendii belli ripidi ... sarà la prossima!
Puntiamo al canale di destra che ci porta nei pressi della Maderhutte. Qui preso dalla foga della salita sbaglio clamorosamente cima e punto diretto al Burstegge... 
bella aerea la cresta, ma il Monco mi riporta alla realtà e carta alla mano mi rendo conto che la cima è 200 m più in su!!
E allora via si riprende la salita verso la Maderhutte e successivamente sugli ultimi pendii via via più ripidi fino alla quota 2852 m da dove, lasciati gli sci proseguiamo a piedi.
Lo spettacolo sul Vallese, Monte Leone, Terrarossa, 
Fletschhorn e chi più ne ha più ne metta è splendido e le salite sono veramente tante, troppe ...

La discesa è su una neve sostanzialmente crostosa portante, tranne alcuni tratti. I pendii sono belli e ripidi, sarà per l'anno prossimo con neve farinosa...
Ovviamente a metà pista è d'obbligo una sosta per una buona birra ristoratrice....
alla prossima!!

Itinerario

Partenza: Rothwald 1745 m 
Hubschhorn
Dislivello: 1142 m 
Difficolta': BS  
Attrezzatura: da scialpinismo
I termini destra e sinistra sono nel senso di salita. 
Salita: dal parcheggio si risalgono le piste o il bosco a bordo pista, fino all'arrivo degli impianti 2231 m .
Da qui si percorre il pianoro verso la cima ormai visibile. Si possono risalire indifferentemente i due canali presenti di fronte agli impianti a seconda delle condizioni della neve. 
Si passa  nei pressi della Maderhutte e si prosegue sui pendii via via sempre più pendenti fino alla quota 2852 m dove, a seconda dell'innevamento si può percorrere la cresta SO a piedi o con gli sci fino in cima.
Discesa: per la via di salita o dai numerosi canali presenti, facendo particolare attenzione alle condizioni della neve e della pendenza degli stessi